iPhone e tracciamento GPS dei sentieri: un mio nuovo blog sulle escursioni in Val Ceno

Ho iniziato il nuovo blog specifico DAVIDE GALLI - Escursioni in Val Ceno (PR) - Un contributo "open" all'escursionismo nei dintorni di Bardi, utilizzando la generazione automatica del software gratuito TrailRunnerX di cui parlo in fondo a questo post.

Ho preso spunto dall'idea iniziale del progetto Orchidea, nato in un momento in cui non esisteva Google Maps e l'utilizzo dei dati GPS era un'impresa davvero complicata. L'idea di Orchidea era ottima ma gli inspiegabilmente enormi tempi di realizzazione, che a tutt'oggi dopo 6 anni vedono il sito solo abbozzato e non funzionante in molte sue parti, l'hanno reso un progetto obsoleto perché superato da tutte le tecnologie "open" e "free" che sono arrivate negli ultimi anni. Peccato. Son stati spesi anche soldi pubblici e io, che come tutti gli altri cittadini cittadini italiani ed europei ne sono contributore, non ne posso purtroppo usufruire.

Sarebbe stato anche un ottimo strumento promozionale per la vallata, sempre se si fosse giunti in tempo però perché ora non stupirebbe più nessuno. Cliccando qui si possono leggere i dettagli del progetto e le fonti di finanziamento.

Ma il vero stimolo mi è arrivato dal sito VALCENOTREK creato gratuitamente da Giorgio Tanzi: semplice, immediato, ricco di contenuti e di informazioni utili. La sua scelta dei percorsi e le note sono una vera miniera per chi volesse scoprire tutti gli angoli di paradiso che si trovano in nei paraggi. Come utente ho iniziato a scaricare e utilizzare i suoi files GPX andando oltre i suggerimenti proposti da Giorgio sull'uso dei navigatori GPS, cercando il modo di utilizzarli su iPhone. Oltre all'interesse personale, avendone uno e non potendomi ora permettere l'acquisto di un vero e proprio GPS da trekking, mi interessa anche la diffusione maggiore che potrebbero avere i sentieri tracciati grazie alla quantità di persone che posseggono un telefonino Apple.
Sono quindi andato alla ricerca di tutte le informazioni possibili su come sfruttare al meglio la funzione integrata di tracciamento del mio iPhone per poter registrare e mettere a disposizione le mie frequenti passeggiate su un territorio che dopo più di 5 anni inizio a conoscere abbastanza bene, soprattutto per quanto riguarda il gruppo del Lama . 


Al momento il mio è un modello 3G e quindi non posso sfruttare la realtà aumentata rinunciando così a tutti quei software che utilizzano la bussola e l'inclinazione. Ma il GPS interno viene utilizzato molto bene da diverse applicazioni.
Va rigorosamente premesso che un iPhone ha un livello di approssimazione superiore a quello dei GPS professionali: in un bosco io ho una possibilità di errore dai 15 ai 30 metri mentre un buon GPS di solito non supera i 5/10. Ma quando vi siete azzardati come spesso faccio io su un percorso non ufficiale e sconosciuto e non avete più nessun punto di riferimento (a volte nemmeno la più vaga idea di dove vi troviate) vi garantisco che i vari strumenti di mappe interattive di iPhone diventano molto utili. Per non parlare delle varie App per uso turistico e perfette per le città, una su tutte AroundMe.

Avevo già utilizzato RunKeeper per tracciare qualche corsetta serale e il risultato era stato soddisfacente. Adatto però per il footing, in quanto collegato alle mappe stradali di Google, senza possibilità di inserire waypoint se non sotto forma di "pausa anonima" nella corsa. La traccia purtroppo non era esportabile se non sul loro portale e da lì avrei potuto estrarre a fatica il file GPX da editare. Lo consiglio comunque per i "corridori" perché ha delle ottime funzioni di statistica sulle prestazioni. Ma non è esattamente quello che stavo cercando.


Ho provato e subito escluso Snap+Map perché era bella l'idea di importare proprie mappe da georeferenziare ma poi ho scoperto il limite di dimensione legato di fatto a quello di una foto. Il tentativo di caricargli dentro le mappe dettagliate che avevo in formato file è stato molto deludente, proprio per l'impossibilità di vederle in modo accurato e leggibile.


Poi partendo da consigli letti nei vari forum ho provato Route Buddy Atlas, che mette a disposizione anche un software per Mac di gestione delle mappe, dei dati, ecc... Costa ben 99,50 $ e le mappe sono tutte da scaricare e pagare a parte attraverso un vero e proprio store raggiungibile sia via internet, sia dall'applicazione Mac, sia dall'iPhone. Sono mappe perfette e di una qualità eccezionale, ma su Europa e Italia non sono dettagliatissime perché il negozio on-line è molto concentrato su U.S.A. e Canada. L'applicazione iPhone è comunque gratuita e l'ho provata: fatica un po' a connettersi ai satelliti e consuma molta batteria, un fattore da tenere ben presente poiché nella mia prova non sono riuscito a utilizzarlo nemmeno 2 ore e poi ho dovuto spegnere per non perdere il percorso che avevo registrato. Un po' pochino per una passeggiata decente.


Molto interessante e completo è GPS MotionX con l'unico neo di un utilizzo massiccio di batteria. Sfrutta in modo completo, per chi ha il 3Gs o il 4, l'accelerometro e tutti gli strumenti di rilevazione. Lo voglio comunque approfondire meglio perché ho la sensazione di non averlo usato a fondo in tutte le sue possibilità.


I miei primi percorsi registrati in modo completo e soddisfacente li ho fatti con EasyTrails. Consuma poca batteria anche se mi ha dato problemi di perdita di segnale durante la registrazione in background (a display spento) e quindi mi sono trovato dei vuoti nelle tracce che ho dovuto poi editare. Non sono però riuscito a registrare waypoints esportabili. Li vedo nell'applicazione ma poi non li ritrovo nei files esportati e quindi non riesco a registrare indicazione sui bivi o sulle tappe raggiunte.


Le tracce registrate le ho poi editate con TrailRunnerX, un software gratuito per Mac (su Windows c'è invece SportTracks). Si riescono a editare i singoli punti, a correggere i percorsi sia su una base topografica, sia su una base con foto satellitare da Google Maps, sia con una base OpenStreetMaps su cui verranno esportati i propri percorsi una volta pubblicati con la funzione automatica di "pubblica un blog" (cliccare qui per vedere un esempio di uno dei miei percorsi). Le funzioni sono veramente tante e molto immediate.
Nel verificare le funzioni di importazione ed esportazione con l'iPhone ho scoperto la piena compatibilità di TRAILS e nella prossima escursione proverò a utilizzarla.


Ultima cosa: trovo molto utile utilizzare una fascia da braccio per portare il proprio dispositivo. Prima di tutto perché per ricevere correttamente il segnale deve essere sempre ben esposto (già le fitte coperture di alcuni boschi o imbuti rocciosi sono un problema) e tenerlo in mano per tutto il tempo non è il massimo, con il rischio di tenerlo in modo non corretto e di abbassare la ricezione GPS. E poi anche per proteggerlo. Io ne ho comprata una sull'Apple Store che funziona davvero bene. Traspirante e lavabile, con una protezione in plastica trasparente che permette comunque di utilizzare tutte le funzioni touch senza problemi. Anche quando si è sudati e affannati dopo una salita ripida...
Il prossimo acquisto sarà una batteria aggiuntiva e se trovassi una soluzione intelligente di ricarica a celle solari sarei molto felice.
Ma scriverò un apposito post sull'argomento.


1 commenti:

PCMarket Savona | 4 dicembre 2015 10:59
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

Posta un commento